A te che hai cercato “come comportarsi con il nonno pedofilo”

Se il nonno è pedofilo chiama il 114: loro sanno come aiutarti.
Se il nonno è pedofilo chiama il 114: loro sanno come aiutarti.

Ci sono volte in cui proprio non si riesce a dormirci sopra. Chi approda su questo blog di solito cerca notizie sui serial killer. C’è anche chi cerca un aiuto perché vittima di mobbing, stalking. O perché il mobbing e lo stalking lo fa. Ma è la prima volta che trovo tra le frasi cercate “come comportarsi con il nonno pedofilo”.

Sei abbastanza grande da sapere che il nonno è pedofilo. E anche abbastanza grande per fare una ricerca di questo tipo su internet. La tua domanda non ha una risposta tipo una ricetta o un incantesimo alla Harry Potter. Innanzitutto stai lontano dal nonno pedofilo: trova una scusa e stagli alla larga.

Cerca di fare in modo di non trovarti da solo o da sola con lui. Ma sicuramente ci hai già pensato. Se ti dice che devi tenere dei segreti o dice che nessuno ti crederà non gli credere. Non so se tu l’abbia già detto ai tuoi genitori, ma immagino di no. O forse hai provato a dirglielo ma loro non ti hanno creduto. O hanno minimizzato.

Se si sono comportati così non significa che non ti credono o che non ti vogliono bene. Sicuramente te ne vogliono. Ma gli adulti sono portati a pensare che i ragazzini esagerano. Che magari l’hanno visto in tv. Oppure c’è una cosa che si chiama “negazione”: semplicemente non ci vogliono credere perché se fosse vero sarebbe un dolore così grande che potrebbero restare schiacciati.

Per cui. Se glielo hai detto e non ti hanno creduto, tu prova ancora. Se invece credi che i tuoi genitori non siano le persone giuste con cui confidarti puoi sempre scegliere uno dei tuoi insegnanti e parlarci. Non so che tipo tu sia, ma è importante, come hai fatto questa ricerca che ti ha portato qui, che racconti a un adulto di cui ti fidi quello che ti capita.

Volendo, se non ci sono adulti di cui ti fidi, puoi rivolgerti direttamente alla polizia o ai carabinieri. Ci puoi andare direttamente. Puoi anche fermarne uno per strada e raccontargli tutto quanto. Oppure puoi chiamarli. La telefonata come saprai è gratuita. I numeri sono il 112 e il 113.

Se non ti piace l’idea di rivolgerti alla polizia o ai carabinieri, puoi chiamare il Telefono Azzurro facendo il 114. Il numero è gratuito e puoi chiamarlo sia dal telefonino che da un telefono fisso. 24 ore su 24, ogni giorno dell’anno. C’è sempre qualcuno che risponde. Sono molto bravi e risolvono situazioni che, vivendole, sembrano irrisolvibili.

Queste sono le poche cose che posso dirti. Ti ho pensato da oggi pomeriggio fino a quest’ora di notte. E spero che tu domani decida di rifare la ricerca in modo da capitare ancora qui. Non è un granché quello che ti ho detto. In alto a destra c’è il mio indirizzo email (cbrondoni@gmail.com). Puoi scrivermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.