Starsky & Hutch e la famiglia Manson

Starsky e Gail, la seguace e amante di Simon. Molto simile a Lynette Fromme, seguace di Charles Manson.
Starsky e Gail, la seguace e amante di Simon. Molto simile a Lynette Fromme, seguace di Charles Manson.

Il mercoledì pomeriggio di solito lavoro. Oggi no. Ho pensato di fare poco e niente. Nel poco e niente è compresa la visione di qualche vecchio episodio di qualche vecchia serie tv, tanto per non perdere l’abitudine. Ho scelto, perché era già sul tavolo del soggiorno, la seconda stagione di Starsky & Hutch, episodio 15 “Bagno di sangue”.

La trama è piuttosto semplice: un santone, Simon Marcus, sotto processo per crimini violenti fa rapire dai suoi seguaci il sergente Dave Starsky per ricattare il di lui collega Ken Hutchinson, Hutch per gli amici, minacciando di farlo uccidere dai suoi seguaci e sperando, in questo modo, di essere rilasciato.

Difficile ormai guardare qualsiasi cosa senza fare un qualche collegamento. Simon Marcus, il santone, somiglia in modo piuttosto inquietante a Charles Manson che, sul finire degli anni Sessanta, in California riuscì a circondarsi di giovani seguaci e fece commettere loro una serie di crimini e omicidi che sconvolsero l’America.

Simon Marcus è interpretato da Aesop Aquarian. Il nome mi ha lasciata un po’ perplessa. E anche il viso (ogni tanto è il fantasma di Lombroso a parlare). Aesop, da giovane, nella serie tv (l’episodio è andato in onda, negli Stati Uniti, il primo gennaio 1977), ha lo sguardo rapace, una croce rovesciata sulla fronte (sicuramente dovuta al trucco) e modi di fare fastidiosi.

Charles Manson al processo nel luglio 1970.
Charles Manson al processo nel luglio 1970.

Aesop Aquarian negli anni Sessanta si era unito alla famiglia Manson che dimorava a Spahn Ranch (usato come set cinematografico di film western al 12000 di Santa Susana Pass Road, vicino a Topanga Canyon).

Aquarian, altrimenti noto come Stephen (o Steven) Morell, resosi conto che Manson e alcuni membri della famiglia erano strani, ha preferito andarsene. Questo secondo quanto dichiarato dal regista William Sachs.

Il segno di Caino

L’episodio in apertura d’anno del 1977 è emblematico (anche se soffre l’ingiuria degli anni). I seguaci di Simon ripetono ossessivamente il suo nome in una cantilena ipnotica (o fastidiosa, dipende da che tipo di spettatori si è). Simon (il cui nome viene pronunciato “Saimon” dagli investigatori e “Simon” dai seguaci) ha sulla fronte la cicatrice di una croce rovesciata.

Charles Manson si presentò in aula, il 24 luglio 1970, con una X incisa sulla fronte. In seguito quella X cambiò forma e divenne una svastica. Manson aveva un atteggiamento beffardo nei confronti della corte e della giuria. Con i giornalisti si comportava come un divo: in definitiva aveva provato più volte a diventare una rockstar.

La scritta lasciata sullo specchio dei bagni del tribunale dove è stato rapito Starsky.
La scritta lasciata sullo specchio dei bagni del tribunale dove è stato rapito Starsky.

Le scritte e le parole della famiglia Manson

In “Bagno di sangue” i seguaci di Simon lasciano una scritta sullo specchio dei bagni del tribunale dove è stato rapito il poliziotto. La famiglia Manson lasciò su tutte le scene del crimine scritte fatte con il sangue delle vittime. Non scrivevano i nomi, bensì frasi di canzoni (Helter Skelter, tra tutte) e “pig”, porco.

Nell’episodio uno dei seguaci chiama “pig” il poliziotto in ostaggio. Nella traduzione italiana abbiamo però un “disgraziato”. Poco incisivo. E tra l’altro molto lontano da quello che il regista (lo stesso Paul Micheal Glaser che interpretava proprio Starsky) aveva voluto offrire allo spettatore: qualcosa che, nella realtà, era già successo.

In famiglia e con gli amici

I seguaci di Manson, più le donne che gli uomini, lo veneravano. Al processo si comportarono come se non fossero preoccupati delle conseguenze a cui andavano incontro (tipo il carcere a vita, nella migliore delle ipotesi) e nemmeno sembravano pentiti dei delitti commessi. Nella serie tv tutti questi particolari sono riportati con una certa fedeltà.

Aesop Aquarian nei panni del santone Simon Marcus.
Aesop Aquarian nei panni del santone Simon Marcus.

I seguaci vivono tutti insieme in un ambiente tutt’altro che confortevole e parlano per massime e attraverso la preghiera. Manson oltre a essere venerato si presentava talvolta come Gesù Cristo talvolta come Satana (non aveva le idee confuse: era semplicemente convinto che entrambi avessero un certo ascendente sulla gente).

La sentenza a vita

Il processo a Manson si concluse nell’aprile del 1971 con la sentenza capitale. Successivamente convertita in ergastolo (ovvero carcere a vita) per l’abolizione della pena di morte. Anche i seguaci di Manson furono condannati. Nell’episodio di Starsky & Hutch a una delle seguaci viene chiesto di uccidere il poliziotto in ostaggio.

La ragazza, però, all’ultimo momento lo libera. Simon Marcus viene condannato e i suoi seguaci presumibilmente arrestati (non è dato sapere, dato che l’episodio finisce con i due detective contenti di aver risolto il caso). Se dei seguaci di Simon Marcus non sappiamo niente, di quelli di Manson qualcuno ha fatto ancora parlare di sé. Male, ovviamente.

Lynette "Squeaky" Fromme al processo a Charles Manson per i delitti di cui era mandante.
Lynette “Squeaky” Fromme al processo a Charles Manson per i delitti di cui era mandante.

Una delle ragazze di Charles

Squeaky Fromme (nata Lynette Alice) è stata tra le prime tre donne ad affiancarsi a Charles Manson. Era a Redondo Beach sola e depressa quando incontrò Charles e lo seguì la ranch. Restò fuori dal processo alla “famiglia”, ma quando Manson venne incarcerato nella prigione di Folsom, Squeaky prese in affitto un appartamento a Sacramento per stargli vicino.

Il 5 settembre 1975 utilizzando una Colt 1911A1 (la stessa che impugna, volendo proprio fare i sottili, Starsky nell’episodio pilota  e in alcuni altri) Squeaky tentò di uccidere l’allora presidente degli Stati Uniti, Gerald Ford. Un uomo dei servizi segreti la fermò in tempo. Lynette Fromme ha ricevuto la sentenza al carcere a vita. La 65enne è libera sulla parola dal 14 agosto 2009.

1 pensiero su “Starsky & Hutch e la famiglia Manson”

  1. Aquarian was known as Mark Ross when he was with the manson family. You can see him in the documentary the manson gang.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.