Archivio

Archivio per la categoria ‘corsi’

Corso di Profiling – Milano 16 e 17 maggio 2015

Il profiling in ambito lavorativo può evitare le coltellate (soprattutto e per fortuna, figurate) nella schiena.

Il profiling in ambito lavorativo può evitare le coltellate (soprattutto e per fortuna, figurate) nella schiena.

Si terrà a Milano il 16 e 17 maggio il Corso di Profiling.

Elaborare un profilo criminale, di solito, è cosa vista in tv e al cinema. In realtà il profiling può essere utile nella vita quotidiana, anche se non si è a caccia dell’ennesimo serial killer.

La finalità del corso è offrire ai partecipanti le basi per tracciare un profilo che possa essere utile nella vita di tutti i giorni e sul lavoro. Il corso è particolarmente adatto per psicologi, psichiatri, giornalisti, insegnanti, selezionatori del personale, headhunters e per chi desidera provare a identificare in tempi brevi il proprio
interlocutore.

Programma 

Sherlock Holmes.

Sherlock Holmes.

Che cos’è e come nasce il profiling
A cosa serve il profiling
Il criminal profiling
Case history
Persone, storia e tecniche del profiling
Evoluzione del profiling: dai serial killer ai manager aziendali
Unire i puntini
Non solo serial killer
Applicazione del profiling nella vita di tutti i giorni
Dal curriculum vitae al profiling
Chi sei? Tracciare il profilo di chi non si conosce
Indizi, comportamenti e dettagli
Esercitazioni pratiche: tracciare un profilo partendo da un cv

Informazioni 

Il corso si tiene sabato e domenica 16 e 17 maggio 2015
via Settembrini 40 a Milano ( MM2 Centrale oppure Caiazzo )
Studio Psicologia e Yoga – 1 piano

16 Maggio 2015 h. 14-19
17 Maggio 2015 h. 10-15

Docente
Cristina Brondoni – Criminologa e giornalista

Costi
215 euro a partecipante.  Sono previste riduzioni per iscrizioni di più persone a partire da 2 partecipanti (se porti un amico c’è lo sconto per entrambi, insomma).

Negoziazione, anti stalking e sicurezza: i corsi di agosto a Milano

Situazioni complicate in ufficio.

Situazioni complicate in ufficio.

Agosto è un mese un po’ strano: molti, moltissimi lasciano casa e lavoro per godersi le meritate vacanze. Ma c’è anche chi resta in città, Milano, in questo caso. Ed è nata così l’idea dei corsi del Crime Studies Lab: alla sera, in compagnia e con un mini rinfresco a fine serata per chi ha voglia di fermarsi a scambiare due parole.

Lavoro, evitare la frustrazione e imparare la negoziazione

Mercoledì 6 agosto 2014 h. 20 – 23

Il sottotitolo di questo corso potrebbe essere “Come lavorare con un capo tiranno e colleghi antipatici e vivere felici”. Il corso infatti propone ai partecipanti le opzioni per evitare “l’ultima spiaggia”, ovvero di dover lasciare il proprio posto di lavoro.

In tempo di crisi, infatti, per molti potrebbe rivelarsi impresa complicata quella di trovare un nuovo lavoro. Grazie alla negoziazione, al linguaggio verbale e non verbale e alle strategie d’uscita da situazioni complicate è possibile migliorare la propria vita lavorativa (e, a volte, anche quella degli altri)

Il corso è aperto a un minimo di 7 e un massimo di 20 partecipanti.

Programma

– Lavoro e frustrazione: quale connessione
– Lavorare per sé, lavorare per altri
– Dinamiche di gruppo: a che gioco giochiamo
– Quando è possibile cambiare lavoro
– La negoziazione in ambito lavorativo

Romanticismo 2.0

Romanticismo 2.0

Social network, incontri e sicurezza

Martedì 12 agosto 2014  h. 20 – 23

In questo caso il sottotitolo potrebbe essere: “Come tenere al sicuro se stessi, i propri amici e la propria famiglia”. Di persona, come sui social network, si cerca di mostrare il lato migliore. Ma quali sono i segnali che potrebbero mettere in guardia in fatto di sicurezza? Davvero è così facile cadere vittima di malintenzionati?

Una “lettura” critica dei profili dei social network per imparare a riconoscere menzogne grandi e piccole in modo da poter valutare i rischi per noi e per chi ci sta vicino.

Il corso è aperto a un minimo di 7 e un massimo di 20 partecipanti.

Programma

– I maggiori social network e i loro target
– Minori e social network: il mostro dietro lo schermo
– Il linguaggio social: menzogne e verità
– Incontri virtuali e incontri reali: quando fidarsi, quando no
– Navigare sicuri: alcune possibilità

Chi è vittima di stalking spesso si sente (ed è) in gabbia.

Chi è vittima di stalking spesso si sente (ed è) in gabbia.

Stalking: che cos’è e come evitarlo

Mercoledì 20 agosto 2014  h. 20 – 23

Avere qualcuno che offre attenzioni indesiderate può essere invalidante per una vita serena, oltre che decisamente pericoloso.

Ma cos’è lo stalking? Dove nasce? Chi è lo stalker?

Il corso offre le nozioni fondamentali per riconoscere (ed evitare) lo stalker oltre a dare indicazioni su come affrontare situazioni già in essere.

Il corso è aperto a un minimo di 7 e un massimo di 20 partecipanti.

Programma

– Stalking: storia ed evoluzione
– Lo stalker: chi è, come si comporta, quali sono i tipi di stalker
– Vittimologia: chi sceglie lo stalker e perché
– Come evitare gli stalker
– Come uscire da situazioni di stalking

Sede dei corsi: Milano sud

Costi : 1 corso 40 euro , 2 corsi 75 euro, 3 corsi 100 euro

Per ulteriori informazioni o iscrizioni inviare una mail a: crimestudieslab@gmail.com

Docente

Cristina Brondoni, giornalista e criminologa, laureata in lettere e in criminologia applicata per l’investigazione e la sicurezza. Perfezionata con un master di secondo livello in criminologia forense.

Si occupa di profiling e menzogna. Seleziona personale ed è consulente per comportamenti scorretti in ambito lavorativo. Scrive per una rivista di armi (oltre che per il suo blog) occupandosi principalmente del rapporto del crimine tra tv e realtà.

E’ docente per Centro Studi Scena del Crimine.

E’ ospite di TgCom24 e Top Secret in veste di esperta di profiling e criminologia.

Body Language, Menzogna, Profiling e SK: arrivano i corsi!

19 maggio 2014 5 commenti

sk crisCari Tutti,

come state? Questo è un post di servizio. Come illustra entusiasticamente il titolo è in arrivo la terza edizione dei corsi di Body Language, Menzogna, Profiling e Serial Killer.

Ora vado brevemente a presentarli anticipando che tutti e quattro si tengono a Milano, in via Cesare Cantù 3 (MM1 Duomo) il sabato e la domenica.

Il costo di ogni corsi per partecipante è di 110 euro per iscrizioni entro il 25 maggio e di 130 euro per iscrizioni successive al 25 maggio.

Body Language – sabato 21 giugno 2014 – h. 10-13 / 14-18.30

Il linguaggio del corpo vale, durante una qualsiasi conversazione, qualcosa come il 55% di quello che uno sta dicendo. Il 38% lo porta via il modo in cui lo sta dicendo. Solo il 7% è il peso di quello che sta dicendo a parole. Molto poco. In sostanza vale più la forma (visual e vocal) che la sostanza (verbal).

Il corso analizza tutto ciò che riguarda il linguaggio verbale, non verbale ed extra verbale e il fine ultimo è quello di offrire ai partecipanti le nozioni per mettere in atto comunicazioni efficaci (in famiglia, sul lavoro, con gli amici e durante situazioni di emergenza, come una rapina o un incidente stradale). Prosegui la lettura…

Body language, menzogna, profiling e serial killer: i corsi

Al TgCom24. A parlare di crimine.

Al TgCom24. A parlare di crimine.

Li stavate aspettando? Magari no. O Magari sì. Fatto sta che loro, i corsi, sono arrivati! Allora. Andiamo con ordine. I corsi si terranno a Milano (presso Gef Consulting – via Cesare Cantù 3 – con vista sul capolinea del tram 3) e sono quattro (come si evince dall’indizio del titolo) e sono il sabato e la domenica (il sabato dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 e la domenica dalle 10 alle 15).

Body Language – 8 e 9 febbraio 2014

Il corso è incentrato sul comprendere il proprio modo di comunicare e soprattuttto il modo di comunicare degli altri dal punto di vista verbale e non verbale. Può essere utile in diversi ambiti: familiare, lavorativo. Funziona bene anche se ci si trova nella necessità di negoziare l’acquisto di un libro su una bancarella, volendo.

Menzogna – 22 e 23 marzo 2014

Il corso offre ai partecipanti gli strumenti per individuare e comprendere la menzogna. Di solito chi è un bravo bugiardo riesce a scorgere la menzogna “a istinto”. Chi invece non sa mentire rischia di non accorgersi quando si trova di fronte a una menzogna. Anche in questo caso il corso può essere utile in vari ambiti (anche per trovare il marito ideale, per esempio).

Alessandro Spano, direttore del Centro Studi Scena del Crimine. Sempre al TgCom. Sempre a parlare di crimine.

Alessandro Spano, direttore del Centro Studi Scena del Crimine. Sempre al TgCom. Sempre a parlare di crimine.

Profiling – 8 e 9 marzo 2014

Di solito il profiling lo si conosce per via delle serie tv come Criminal Minds. Il corso è diviso in due parti: una prima parte riguarda il criminal profiling. L’altra parte, invece, è dedicata al profiling nel quotidiano. Può essere interessante in ambito lavorativo (soprattutto per chi seleziona personale).

Serial killer – 22 e 23 marzo 2014

Il corso ha un taglio più scientifico che divulgativo. Di serial killer, infatti, si parla parecchio, ma di solito ci si sofferma soprattutto sul “gossip”. Il corso è incentrato sulla vittimologia, sulle storie di vita degli autori, sulle metodologie impiegate per le indagini e sui casi ancora aperti.

Tutti i corsi prevedono momenti pratici e interattivi e l’impiego di video, fotografie e documentazione per le case history. Alla fine di ogni corso viene rilasciato dall’organizzatore dei corsi Centro Studi Scena del Crimine l’attestato di frequenza.

I corsi sono particolarmente indicati per psicologi, psichiatri, avvocati, giornalisti, insegnanti, appartenenti alle forze dell’ordine.

I costi e agevolazioni

I costi dei corsi: un corso 160 euro, due corsi 250 euro, tre corsi 360 euro, quattro corsi 430 euro
Per iscrizioni entro il 25 gennaio 2014 sono previsti sconti: un corso 130 euro, due corsi 220 euro, tre corsi 330 euro, quattro corsi 400 euro

Per iscrizioni: segreteria@crimesceneinvestigation.it

La menzogna – Milano 9 e 10 novembre 2013

Pinocchio

Pinocchio

Un corso in due giorni per addentrarsi nei meandri della menzogna. Dalle piccole bugie dei bambini fino alle grandi menzogne come quelle dei serial killer che, per anni, vivono accanto a ignari vicini di casa che, nella maggior parte dei casi, li considerano ottimi membri della comunità e li frequentano con una certa assidua sistematicità.

E dei truffatori, dei ladri e dei bugiardi patologici per arrivare a chi mente per non ferire il prossimo, perché a volte la verità fa male.

E’ davvero possibile dire la verità, tutta la verità e niente altro che la verità? O si tratta di una formula che è diventata mito?

Perché mentiamo? Quando mentiamo? E come? E gli altri? Capiscono che stiamo mentendo? E noi siamo bravi a capire se gli altri ci stanno mentendo? Esiste davvero un metodo infallibile per afferrare la verità?

Queste e altre domande (e relative risposte) al corso “Disvelamento della menzogna”

Spazio Sugus – via Jacopo dal Verme 4 – Milano (zona Isola, fermata MM2 Garibaldi)

Sabato 9 dalle 9.45 alle 18

Domenica 10 dalle 10 alle 15

Per informazioni e iscrizioni: Centro Studi Scena del Crimine

 

Mobbing: quando lavorare fa male – Milano 4 ottobre

mobbing_07Un incontro alla spazio Sugus di via Dal Verme 4 a Milano dalle 16.30 alle 19 del 4 ottobre 2013.

Si parla di mobbing e si parla di come riconoscerlo ed evitarlo.

Il programma:
Cos’è il mobbing: dal mondo animale in poi
I luoghi e i modi del mobbing
Violenza, intimidazione, ostracismo
La vittima di mobbing: profilo, comportamenti e contesti
Bossing, mobbing tra pari e mobbing dal basso
Gli “attori”: autori e side mobber
La seconda vittimizzazione: la vittima e l’ambiente domestico
Segni e sintomi della vittima di mobbing
Dati e statistiche del mobbing in Italia e in Europa

Docente: Cristina Brondoni

Per iscrizioni e informazioni si può cliccare qui

Il crimine in tv e al cinema: un corso all’Umanitaria

Lo screenshot, giusto per dare un'idea, ecco...

Lo screenshot, giusto per dare un’idea, ecco…

Il corso, in cinque lezioni da due ore l’una, è un viaggio che prende avvio dal giallo e del noir letterario trasposto al cinema e in tv.

Il viaggio si snoda attraverso le diverse declinazioni del crimine e, più in generale del male, con un occhio all’evoluzione in società.
Molti i film e telefilm analizzati. Così come molti i casi reali in un alternarsi tra realtà e finzione.
Un occhio di riguardo allo spettatore e a come si è formato ed evoluto fino ad arrivare ai casi limite di spettatori che, ispirandosi a tv e cinema, hanno commesso crimini.
Per informazioni e iscrizioni si può cliccare qui.

La menzogna – Un mini corso – 13 marzo 2013 h. 19 – Milano

Un po' di Lie To Me.

Un po’ di Lie To Me.

Chi ha visto la serie tv Lie To Me probabilmente sa già che tutti, per un motivo o per l’altro, mentiamo. E lo facciamo più volte al giorno. Chi non ha visto la serie tv conosce proverbi e i detti in merito alle bugie.

La menzogna accompagna la nostra vita quotidiana. Sono i nostri genitori che, per primi, ci insegnano a raccontare balle (salvo poi arrabbiarsi quando le diciamo a loro): “Devi dire alla zia che il libro ti è piaciuto!”, “Ma mamma! Non volevo nemmeno un libro, avrei voluto…”, “Non mi importa! Non devi offendere la zia, dille che il libro era bellissimo e basta!”. Et voilà:  piccoli bugiardi crescono.

La menzogna è alla base del politicamente corretto. Avete presente? “Ti trovo bene”. Falso. Ha le occhiaie e il vestito gli sta anche un po’ largo. Ma non è socialmente accettato (e non sarebbe giusto) dire sempre tutta la verità, solo la verità e niente altro che la verità.

Capire chi ci mente, però, può essere utile. Soprattutto nel campo lavorativo: avere le informazioni e averle corrette è fondamentale per la sopravvivenza. L’incontro ha come obiettivo imparare a riconoscere il  segnali, verbali e non verbali, di quando si mente.

L’incontro si terrà a Milano mercoledì 13 marzo 2013 dalle 19 alle 22. Si bissa giovedì 14 marzo dalle 20 alle 23. Il costo è di 30 euro più Iva (36,30 euro Iva inclusa) a partecipante.

Per informazioni e iscrizioni: cbrondoni@gmail.com

 

Mobbing – venerdì 22 febbraio h. 18.30 – 21

3 gennaio 2013 6 commenti
Nicoletta Braschi nei panni di Anna nel film "Mi piace lavorare" di Francesca Comencini.

Nicoletta Braschi nei panni di Anna nel film “Mi piace lavorare” di Francesca Comencini.

Cos’è il mobbing.

Aziende, uffici e pause caffè: i tempi e i modi del mobbing.

Profili di chi fa mobbing.

Profili di chi è vittima di mobbing.

I gregari.

Fuori dall’ufficio: il mobbizzato e la rete familiare e amicale. La seconda vittimizzazione.

Riconoscere ed evitare il mobbing.

Un seminario/incontro per comprendere il fenomeno e i suoi protagonisti e, naturalmente, per evitare di rimanerne vittima.

L’incontro si tiene a Milano venerdì 22 febbraio dalle 18.30 alle 21 ed è aperto a un massimo di 10 partecipanti. Il costo è di 10 euro più Iva a partecipante.

Per iscrizioni e informazioni: cbrondoni@gmail.com

Stalking – Venerdì 1 febbraio 2013 h. 18.30 – 21

Rebecca Schaeffer uccisa a 21 anni dal suo stalker. La legge anti stalking americana prese le mosse dal suo omicidio.

Rebecca Schaeffer uccisa a 21 anni dal suo stalker. La legge anti stalking americana prese le mosse dal suo omicidio.

Cosa si intende per stalking, cosa dice la legge, chi è uno stalker.

Come si comporta uno stalker. Dall’interesse all’ossessione.

La vittima dello stalker.

Come riconoscere uno stalker.

Evitare gli stalker.

Case history.

Il seminario è mirato a capire il fenomeno e, soprattutto, a evitare di rimanerne vittima.

Il seminario si tiene a Milano venerdì 1 febbraio 2013 dalle 18.30 alle 21 ed è aperto a un massimo di 10 partecipanti.

Il costo è di 10 euro più Iva a partecipante.

Per iscriversi (o avere informazioni ulteriori) inviare una email cbrondoni@gmail.com.